mercoledì 3 novembre 2010

Leeds Castle – Un castello da fiaba per Eleonora di Castiglia


Nel 1254 il re Edoardo I sposa Eleonora di Pastiglia; l’amore per la moglie è tanto grande che decide di fare costruire per lei una residenza da fiaba: nasce cosi, su un impianto preesistente, Leeds Castle, “il più incantevole castello del mondo”, che legherà la sua storia a quella della dinastia Tudor.


ANTICA RESIDENZA REALE, MODERNO CENTRO CULTURALE
Le origini del castello di Leeds affondano nell’alto medioevo. Pare che il suo nome derivi da quello di un certo Led, primo ministro di Etelberto IV, re del Kent nel IX secolo, periodo a cui risale una primitiva fortificazione.


LE ORIGINI – il castello nacque in origine come edificio di difesa sassone. La costruzione venne ripresa in epoca normanna (1120 circa), quando fu eretta una nuova fortificazione su due isole al centro del lago che tuttora circonda il complesso. Ingrandito da vari sovrani inglesi, tra cui Edoardo I, che ne fece dono alla moglie Eleonora di Castiglia nel 1278 circa, fu trasformato da Enrico VIII in un sontuoso palazzo, che resto residenza reale per più di trecento anni. L’ultima importante trasformazione risale all’inizio del XIX secolo, con l’ampliamento dell’edificio principale e la realizzazione della merlatura posta a coronamento della Maiden’s Tower, costruita in epoca Tudor all’estremità orientale del lago.


IL CASTELLO DI UNA DINASTIA – Il castello è legato al ricordo della dinastia Tudor, che regno in Inghilterra dal 1485 al 1603. Il re d’Inghilterra Enrico VIII fece trasformare quello che in origine era un padiglione feudale in un sontuoso palazzo.


BELLO, SICURO – L’incantevole posizione di Leeds, cui il castello deve tanto del suo fascino, deriva originariamente da una precauzione difensiva: l’aver eretto il complesso su due isolotti al centro di un laghetto, che funge da grande (e invalicabile) fossato. Si tratta di un accorgimento molto diffuso nel medioevo, là dove le circostanze lo permettevano, e particolarmente frequente nei castelli inglesi. Ma non mancano esempi italiani come a Cannero, sul Lago Maggiore; sull’Isola Comacina del lago di Como; Le Castella in Calabria.


ECCENTRICO MUSEO – All’interno del castello, nella Thorpe Hall, si trova un museo molto particolare, il Dog Collar Museum, che ospita una raccolta di collari per cani appartenuti alle regine e alle nobildonne che abitarono il castello, con pezzi antichi di quattro secoli.


Sempre all’interno del castello, nella Henry VIII Banqueting Hall, si può ammirare uno splendido pavimento in legno d’ebano e un raffinato soffitto di quercia intarsiata.


Interessante anche il cosiddetto Yellow Drawing Room, con motivi di seta Damasco.




Nel Culpeper Garden sorge una serra con numerose specie floreali e vegetali tipicamente inglesi.

1 commento:

Luke ha detto...

sono stato a leed castle a giugno 2008 un posto magico ,come lo e' stato il suo immenso parco
ho un bellissimo ricordo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...