venerdì 14 gennaio 2011

Venerdì del libro: Douglas Adams - Guida galattica per gli autostoppisti


Per puro caso ho comprato in libreria “Guida galattica per gli autostoppisti”. Detto sinceramente, non mi aspettavo che il libro mi colpisse cosi tanto e vorrei che lo leggessero tutti. Ma proprio tutti. Intero pianeta. Si tratta del geniale miscuglio di feroce critica della società e di satira con il vero umorismo inglese del genere di “Mounty Pyton” e di “Only Fools and Horses”, però molto più diretto. Le battute non sono buttate a caso per divertire e far ridere i lettori, ma si tratta dell’ umorismo  teneramente intrecciato nel contesto dell’universo e della vita nella galassia, cioè sulla terra, nelle situazioni che spesso soltanto con umorismo riusciamo a sopravvivere. Adesso potrei citare almeno mezzo testo dal libro, però non ha tanto senso, andate nella più vicina biblioteca o la libreria – il divertimento è garantito, e garantisco che vi istigherà a riflettere. Anche se la maggior parte sono le spiegazioni per i comuni Terrestri, ci sono anche alcune cose che non bisogna spiegare, che si capiscono da sole e sono comuni a tutti gli esseri della galassia. Non ce ne bisogno della  profonda riflessione, non importa da quale galassia arrivano.
 In conclusione, posso definire la Guida come una lettura leggera, divertente, a tratti romantica, ma mai banale o sdolcinata, in cui troverete la risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l'universo e tutto il resto e, ricordate, qualsiasi cosa accada “NIENTE PANICO!”



* * * * * * * * * * * * *

 Incipit
Lontano, nei dimenticati spazi non segnati nelle carte geografiche dell'estremo limite della Spirale Ovest della Galassia, c'è un piccolo e insignificante sole giallo.
A orbitare intorno a esso, alla distanza di centoquarantanove milioni di chilometri, c'è un piccolo, trascurabilissimo pianeta azzurro – verde, le cui forme di vita, discendenti dalle scimmie, sono così incredibilmente primitive che credono ancora che gli orologi da polso digitali siano un'ottima invenzione.

Citazioni

• In molte delle civiltà meno formaliste dell'Orlo Esterno Est della Galassia, la   Guida galattica per gli autostoppisti ha già soppiantato la grande Enciclopedia galattica, diventando la depositaria di tutto il sapere e di tutta la scienza, perché nonostante presenti alcune lacune e contenga molte notizie spurie, o se non altro alquanto imprecise, ha due importanti vantaggi rispetto alla più vecchia e più accademica Enciclopedia.
Uno, costa un po' meno; due, ha stampate in copertina, a grandi caratteri che ispirano fiducia, le parole NON FATEVI PRENDERE DAL PANICO.
La Guida Galattica per gli Autostoppisti dice alcune cose sull'argomento asciugamano. L'asciugamano, dice, è forse l'oggetto più utile che un autostoppista galattico possa avere. In parte perché è una cosa pratica: ve lo potete avvolgere intorno perché vi tenga caldo quando vi apprestate ad attraversare i freddi satelliti di Jaglan Beta; potete sdraiarvi sopra quando vi trovate sulle spiagge dalla brillante sabbia di marmo di Santraginus V a inalare gli inebrianti vapori del suo mare; ci potete dormire sotto sul mondo deserto di Kakrafoon, con le sue stelle che splendono rossastre; potete usarlo come vela di una mini – zattera allorché vi accingete a seguire il lento corso del pigro fiume Falena; potete bagnarlo per usarlo in un combattimento corpo a corpo; potete avvolgervelo intorno alla testa per allontanare vapori nocivi o per evitare lo sguardo della Vorace Bestia Bugblatta di Traal (un animale abominevolmente stupido, che pensa che se voi non lo vedete nemmeno lui possa vedere voi: è matto da legare, ma molto, molto vorace); infine potete usare il vostro asciugamano per fare segnalazioni in caso di emergenza e, se è ancora abbastanza pulito, per asciugarvi, naturalmente.
• C'è una teoria che afferma che, se qualcuno scopre esattamente qual è lo scopo dell'universo e perché è qui, esso scomparirà istantaneamente e sarà sostituito da qualcosa di ancora più bizzarro ed inesplicabile. C'è un'altra teoria che dimostra che ciò è già avvenuto.
• Il tempo è una illusione. L'ora di pranzo è una doppia illusione.
• Con un'anitra di gomma non si è mai soli.
La Guida Galattica è infallibile. È la realtà, spesso, ad essere inesatta.
• Anche la Guida Galattica per gli Autostoppisti nomina l'alcol. Dice che la miglior bevanda che esista è il Gotto Esplosivo Pangalattico. Dice che quando si beve un Gotto Esplosivo Pangalattico si ha l'impressione che il cervello venga spappolato da una fetta di limone legata intorno a un grosso mattone d'oro.

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

Ecco le altre proposte del Venerdì del libro:

4 commenti:

la giraffa e la papera ha detto...

Non l'avevo mai sentito . . . ci farò un pensierino!

la giraffa e la papera ha detto...

Thanks . . . ti dirò!

Stima Di Danno ha detto...

grazie per il commento!
ma sai che questo libro l'ho sempre snobbato? rimedierò...A presto, silvia

Roberta ha detto...

Io so da almeno vent'anni dove ho l'asciugamano... leggetevi tutta la quadrilogia, ne vale la pena.
Occhio alla vorace Bestia Bugblatta!!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...